Il digitale: la nuova risorsa del settore medico

Articolo italiani e salute

Salute : tra i temi più popolari della ricerca online!

Le persone sono sempre più connesse, le tecnologie digitali creano nuove modalità di interazione tra consumatore e aziende. In questo contesto, il digitale può davvero essere una risorsa efficace per il settore medico? Spendere tempo e risorse per creare un sito web medico efficiente può davvero essere utile per potenziali pazienti in cerca di informazioni e professionisti del settore? È possibile che internet possa rendersi una vera risorsa per l’industria medica, nonché come fonte attendibile di informazioni per le persone comuni?

La risposta è sì: analizziamo insieme perché.

Italiani e salute in numeri: statistiche sulla situazione attuale

Oggigiorno, le persone sono sempre più connesse, cosicché le nuove modalità di interazione tra consumatore e aziende rendono necessaria un’attenzione particolare.

Secondo uno studio della FederSalus del 2018 (attraverso il contributo di Giulio Finzi di Netcomm Services, società di servizi del consorzio Netcomm per il commercio elettronico) in Italia ci sono 43 milioni di persone che utilizzano Internet (da desktop e mobile), 34 milioni di attivi sui social media e 23,5 milioni di e-shopper .

Secondo uno studio GFK (Growth from Knowledge) Eurisko del 2016, 11 milioni e mezzo di italiani utilizzano il web per cercare informazioni sulla salute.

Quali sono in particolare gli argomenti ricercati? In ordine abbiamo:

  1. patologie;
  2. metodologie di cura;
  3. trattamenti sanitari;
  4. abitudini sane e corretti stili di vita;
  5. uso di integratori e farmaci;
  6. informazioni su strutture sanitarie e medici;

Inoltre, secondo un’indagine dell’Istituto internazionale Kantar Health, divulgata in Italia da Federchimica Assosalute nel 2017, il 63% degli utenti nella fascia di età 18-28 ha un’elevata predisposizione all’automedicazione, senza un adeguato consulto medico.

I più recenti studi dell’Istituto Censis rivelano che quasi il 40% degli italiani cerca informazioni su disturbi e malattie in internet, senza però consultare il proprio medico di fiducia; mentre un 5% degli utenti arriva addirittura a contestare le decisioni di medici titolati sulla base di informazioni lette online.

Un workshop del 2017 organizzato da CittadinanzAttiva e IBSA Foundation dal titolo “E-HealthKit: tra bufale e verità. Le due facce della salute in rete” ha fornito dati su un probabile incremento della tendenza; secondo questa ricerca sarebbe poi oggi l’88% della popolazione ad affidarsi alla rete per trovare informazioni mediche, con un picco che riguarda in particolar modo le donne (93%).

La tendenza all’autodiagnosi

La tendenza all’autodiagnosi è spesso legata a una forte immedesimazione nei racconti di esperienze altrui che presentino sintomi simili.

Questo per altro è un pericolo molto sottovalutato, dai medici che non sanno come gestirlo, ma soprattutto dai pazienti. Condividere la propria esperienza fa sentire utili e si rischia di dimenticare che ogni trattamento deve essere effettuato su misura per le esigenze e caratteristiche della singola persona. Solo un medico che conosce il paziente può permettersi di prendersi la responsabilità di fornire una terapia.

Una cosa è certa: la domanda d’informazione online sui temi della salute è in netta crescita, per questo è necessario, oggi più che mai, prendere atto di questo e dedicarsi alla realizzazione di siti medici autorevoli e affidabili, che siano in grado di fare una buona e corretta divulgazione e che rendano le informazioni facilmente fruibili e comprensibili a tutti.

L’Idea dei siti medici nasce proprio per questo: dare l’opportunità a medici, cliniche e operatori sanitari di accettare la sfida della modernità e comunicare sul web in modo appropriato ed efficace.

Che l’informazione sanitaria debba passare anche attraverso i social non lo dicono solo i numeri, ma anche diversi enti autorevoli come l’Organizzazione mondiale della Sanità e lo stesso Ministero della Salute che, per l’occasione, ha stilato delle specifiche linee guida da seguire per non commettere dannose valutazioni.

In questo nuovo contesto, un’indagine del Censis ha classificato i social più utilizzati in base alle preferenze degli italiani: secondo il report stilato, 2 italiani su 3 usano Facebook, il 47% usa YouTube, mentre gli iscritti a Instagram arrivano al 17%.

Oggi come viene utilizzato internet dal personale sanitario?

Secondo il Dipartimento PolComIng dell’Università di Sassari, solo il 53% delle ASST (Aziende socio sanitarie territoriali) gestisce una piattaforma social media, con una certa preferenza per YouTube (circa il 50%). E nonostante una crescita costante rilevata negli ultimi due anni (nel 2013 erano il 36% di quelle italiane), la pecca dei canali social di questi enti rimane spesso il proprio target di riferimento: i contenuti proposti sono ancora troppo spesso rivolti solamente a una stretta cerchia di colleghi e utilizzati come finestra per promuovere servizi sanitari o informazioni “amministrative”.

Eppure le funzionalità di un sito web aggiornato e moderno possono facilitare e sveltire molte di quelle incombenze che fanno parte della giornata lavorativa dei medici professionisti così come dei pazienti.

Tra i servizi ritenuti più utili e richiesti infatti, c’è la possibilità di prenotare esami e visite specialistiche online (59%). Seguono la possibilità di consultare referti medici e altri documenti clinici direttamente dal proprio pc o smartphone (48%) e, successivamente quella di poter comunicare direttamente con i medici.

QUALI SONO LE CARATTERISTICHE ESSENZIALI CHE UN BUON SITO MEDICO DEVE AVERE?

  • COMUNICAZIONE PRECISA, COERENTE ED EFFICACE
    garantita da competenza, autorevolezza, trasparenza e professionalità
  • IL PAZIENTE COME CARDINE PRINCIPALE
    conoscenza e fiducia tra paziente-medico
  • ACCESSIBILITÀ PER TUTTI
    app per navigabilità, funzionalità
  • VISIBILITÀ SU GOOGLE
  • ADEGUAMENTI NORMATIVI
    aggiornamenti legislativi dalla Legge Bersani al nuovo Decreto Legge del 1019
  • SICUREZZA E INTEGRITÀ DEL SITO
  • CERTIFICAZIONI
  • SOCIAL MEDIA

L’IMPORTANZA DEL WEB MARKETING MEDICO

Fare correttamente web marketing medico significa dare la possibilità alle persone di conoscere il lavoro che i medici svolgono, le caratteristiche che li contraddistinguono dagli altri ed i loro punti di forza. Può essere utile per promuovere attività particolari o servizi specifici, che sarebbero altrimenti poco visibili a livello locale. Il passa parola, su cui una volta si fondava la reputazione dei medici, oggi si è evoluto. Non si chiede più solo ad amici e parenti, ma agli utenti del gruppo Facebook di quartiere, sui forum… Un medico può decidere di non esserci personalmente su Facebook, correndo il rischio di non sapere se e come i pazienti parlano di lui.

Per aggirare tutti questi fattori, non basta realizzare un piccolo sito web o avere una pagina Facebook che giace abbandonata senza aggiornamenti: è necessario sviluppare un metodo di lavoro serio e professionale, in accordo con quelle che sono le esigenze specifiche e le necessità in base alla specializzazione che viene svolta.

L’attuazione di una mirata pubblicità online è indicata per tutti i professionisti che operano nel settore medico e sanitario per incrementare la propria presenza sul web in modo da attirare nuovi clienti ed offrire un ottimo servizio a quelli già acquisiti.

VANTAGGI DEL WEB MARKETING

I vantaggi per il paziente:

  • Il paziente avrà la possibilità di avere sempre più controllo sulla propria salute.
  • Avrà un contatto diretto con il medico che potrà togliergli qualsiasi dubbio prima che decida di affidarsi a fonti di dubbia efficacia.
  • Con il digitale si torna ad un concetto di cura di sé che va a sostituirsi al concetto di cura intesa unicamente come terapia.

I vantaggi per il personale sanitario:

  • Visibilità online: Per i professionisti del settore sanità è questo il miglior momento per migliorare la propria presenza sul web! A causa del Covid-19 le persone sono più propense a cercare di risolvere i propri problemi di salute su internet piuttosto che andare fisicamente dal medico di base o in ospedale.
  • Avranno a disposizione strumenti innovativi per la gestione della propria attività professionale.

La svolta digitale della salute migliora di gran lunga la qualità della vita dei pazienti, soprattutto adesso, dato il particolare momento storico che il mondo intero sta vivendo

Commenti

Vuoi cominciare a pubblicizzarti online o hai già iniziato a farlo ma cerchi qualcuno che elabori una strategia per te e segua la crescita della tua attività? Contattami raccontandomi qualcosa di te e verificheremo insieme se e come posso aiutarti.

Quanto hai trovato utile questo post?

Clicca sulle stelle per votare

Media voti 0 / 5. Voti 0

Ancora nessun voto. Lascialo tu per primo

Visto che hai trovato questo post utile...

Seguimi sui social per restare aggiornato!

Mi dispiace tu non abbia trovato questo post utile

Permettimi di migliorare!

Dimmi cosa potrei fare per migliorare questo post